Documenti del Vescovo

Documenti

Archivio

Messaggio del vescovo Vincenzo ai pellegrini del Santuario di S. Cosimo alla Macchia

Oria, maggio 2020

“Le sorelle mandarono dunque a dirgli: «Signore, ecco, colui che tu ami è malato». All'udire questo, Gesù disse: «Questa malattia non porterà alla morte, ma è per la gloria di Dio, affinché per mezzo di essa il Figlio di Dio venga glorificato»”. (Giovanni 11, 3-4)

Caro Amico Pellegrino,
sono solito, ogni anno, darti il benvenuto nella città di Oria dove, nella Cattedrale e nel Santuario di San Cosimo alla Macchia, sono custodite le reliquie dei Ss. Medici.

Quest’anno, però, un nemico invisibile e terribile, il virus SARS-Cov-2, impedisce, o comunque limita di molto, la possibilità di vivere la bella esperienza spirituale del pellegrinaggio ai Ss. Medici.

Ciononostante, desidero farti giungere ugualmente il mio saluto e, soprattutto, una Parola del Vangelo che possa aiutarti a fare un pellegrinaggio interiore, verso il centro della tua coscienza, in attesa di poter rivivere quello che ti condurrà ad incontrare le sacre reliquie dei Martiri Medici. […]

Leggi...

Dall'Eucarestia il nostro Sacerdozio

Lettera ai Sacerdoti, diocesani e religiosi, della Diocesi di Oria, in occasione del Giovedì Santo

Carissimi Confratelli Sacerdoti,

mi fa una certa impressione pensare che nel prossimo Giovedì santo, giorno memoriale dell’istituzione dell’Eucarestia e, per Essa, del Sacerdozio ministeriale, non potremo incontrarci personalmente per sperimentare una volta di più l’amore di predilezione con cui il Signore nostro Gesù Cristo ci ha amati e ci ha chiamati per perpetuare la Sua oblazione d’amore al Padre, sacrificio della redenzione dell’uomo. Mi fa impressione perché un nemico invisibile, il Codiv-19, sta cambiando radicalmente le relazioni umane e, tra queste, anche le relazioni sacramentali.
Abbiamo vissuto quasi l’intera Quaresima, solo i primi giorni ci sono stati risparmiati, in necessario isolamento sociale; abbiamo celebrato il sacramento che “fa la Chiesa” in solitudine, senza la presenza del Popolo di Dio; abbiamo benedetto fugacemente le salme dei nostri defunti, senza poterci fermare per consolare i familiari e i parenti; abbiamo assistito spiritualmente i nostri anziani ma, col passare dei giorni, non siamo potuti andare a trovarli per timore di contagiarli; abbiamo dovuto sospendere la formazione cristiana dei ragazzi e dei giovani; siamo stati costretti a fermare la vita ordinaria delle nostre comunità parrocchiali. E tutto questo lo abbiamo vissuto non senza un senso di dolore e di amarezza. […]

Lettera Pastorale - Dall'Eucarestia il nostro Sacerdozio
Leggi...

Omelia nel Patrocinio di San Barsanofio

Oria, 20 febbraio 2020 - Parrocchia San Domenico

“Allora Pietro gli rispose: «Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito; che cosa dunque ne avremo?»” (Mt 19, 27).

Carissimi Amici,
la celebrazione del patrocinio di san Barsanofio sulla nostra città di Oria ci dà, una volta di più, la possibilità di comprendere meglio il Vangelo, con il preciso scopo di seguirlo nella nostra vita sapendo che è l’unica via di salvezza, anche aiutati dagli insegnamenti del Grande Anziano.
Vorrei che risuonassero con grande forza nella nostra coscienza le parole che abbiamo ascoltato nel Vangelo or ora proclamato, parole che Pietro ha rivolto a Gesù: “noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito”. Se guardiamo la vita dell’Apostolo Pietro e degli altri Apostoli, ci rendiamo perfettamente conto che questa affermazione non è esagerata, ma risponde a verità. […]

Leggi...
«   2 / 13  »

Servizio Informatico Diocesano © 2017